Il Marimo Clo’eT è stato scoperto nel 1820 e venne chiamato così da Tatshuiko Kawakami, un botanico giapponese. Il suo nome ha un significato infatti in giapponese “Mari” significa biglia e “Mo” è un termine che viene utilizzato per indicare le piante che vivono e crescono nell’acqua. Il Marimo Clo’eT ormai è diventato un complemento d’arredo, semplice e di design. Prendersi cura del Marimo Clo’eT è semplice, non richiede molte attenzioni, ecco perché è ottimo da regalare e regalarsi! Anche il Marimo Clo’eT racchiude significati profondi, è un simbolo di affetto profondo, amicizia, stima e rispetto, probabilmente perché al Marimo Clo’eT è legata una leggenda molto romantica. La mitologia giapponese racconta di una coppia di innamorati costretti a rifugiarsi tra le rive di un lago per sfuggire alle famiglie, non consenzienti di questo amore. I loro cuori si unirono per sempre trasformandosi in un Marimo Clo’eT, l’alga danzante più romantica che ci sia. Oggi il Marimo Clo’eT è considerato “Tesoro naturale Giapponese”, tutti ne vorrebbero avere uno. Come prendersi cura del Marimo Clo’eT? - Ogni 10 giorni ricorda di cambiare l’acqua alla dolce alga - Aggiungi acqua frizzante per far danzare il Marimo Clo’eT - Strizza delicatamente l’alga per pulirla Sei curioso di ricevere il tuo primo Marimo Clo’eT o vuoi aggiungerne uno alla tua collezione? Noi siamo qui per questo!